Storia

LA STORIA

1946: Nascita della prima attività associativa di categoria rappresentativa dei pellettieri italiani: ANIMPEC (Associazione Nazionale Industriali Manifatturieri Pelli e Cuoio), che conta una decina di aziende.

1962: Le aziende associate diventano 15. Sette titolari di queste, Gino Borelli, Oberdan Cavani, Enrico Fremder, Enrico Locati, Guido Pieracci, Amato Santi, Romeo Siletti, si fanno promotori di MIPEL, la prima esposizione di pelletteria in Italia. Negli anni successivi invece la mostra è gestita direttamente da ANIMPEC.

1963: L’attività di ANIMPEC non si limita all’organizzazione del salone MIPEL e diventa un riferimento nel settore, anche grazie agli studi sull’andamento della pelletteria italiana e ad una comunicazione mirata agli operatori di settore, alle istituzioni e ai media. ANIMPEC conferma la propria vocazione internazionale e dà vita,
insieme ad altre associazioni di categoria europee, al CEDIM (Comité Européen des Industries de la Maroquinerie), che ha lo scopo di coordinare le federazioni o associazioni degli industriali della pelletteria dei paesi Europei e di rappresentarne gli interessi in sede comunitaria.

1966: Si abbandona la denominazione di ANIMPEC per AIMPES, Associazione Italiana Manifatturieri Pelli-Cuoio e succedanei. Si consolida lo spirito associativo e si introduce la parola “succedaneo” come riflesso della dimensione assunta nel frattempo dalla pelletteria non in pelle, capace di realizzare prodotti di qualità e più convenienti.

Anni 70: AIMPES ha una propria sede e una segreteria. Nel 1973 aderisce a Confindustria. Costituisce una Società di Servizi, la AIMPES Servizi srl e dà maggiore impulso a iniziative promozionali a favore delle esportazioni della pelletteria italiana in collaborazione con ICE (Istituto per il Commercio Estero).

Anni 80-90: Sono decenni caratterizzati da periodi congiunturali oscillanti ma che hanno consolidato il successo della pelletteria italiana in alcuni importanti mercati di sbocco, come Giappone, Stati Uniti, Francia e Germania.

2017: A partire da gennaio 2017, AIMPES entra a far parte di Confindustria Moda di cui segue i principi organizzativi. Da aprile 2017 AIMPES ha formalmente aderito, in qualità di socio costituente alla Federazione Europea delle Associazioni di Pelletteria: ELGA.

2018: il 19 maggio 2018 si abbandona la denominazione di AIMPES a favore di ASSOPELLETTIERI – Associazione Pellettieri Italiani in segno di una volontà di uniformazione alle associazioni parte di Confindustria Moda.

Oggi: l’Associazione affronta le nuove sfide del mercato globale e si impegna a trasmettere alle proprie aziende un nuovo approccio ai problemi aziendali. Tradizione, abilità artigianale e capacità di innovarsi sono i driver principali per continuare ad affermare il proprio brand.